Associazione Culturale Torrita Blues


Microsoft Word - Documento1L’Associazione Culturale Torrita Blues è nata a Torrita di Siena nel 1989 dalla volontà di Luca Romani che coinvolgendo un gruppo di amici  uniti dalla passione per la musica blues si sono ritrovati nell’estate del 1989 a realizzare il primo Festival grazie anche al contributo di Fabio Treves. Il successo della prima edizione ha convinto gli organizzatori a proseguire sulla strada del blues anche neglianni successivi, i più grandi nomi del panorama blues mondiale sono passati sul palco del Torrita Blues: John Mayall, Peter Green, Roy Rogers, Robben Ford, Charlie Musselwhite, Luther Allison, James Cotton, Taj Mahal, John Mooney, Canned Heat, Magic Slim, Billy Branch, Shemekia Copeland, Jimi Dawkins, Bob Margolin solo per citarne alcuni fra centinaia di artisti in 25 anni di attività. Nel corso degli anni l’Associazione culturale Torrita Blues si è particolarmente distinta per una serie di iniziative legate al blues e al territorio. L’ultima in ordine di tempo è il gemellaggio con la città di New Orleans che ha caratterizzato l’edizione 2006 del Torrita Blues. Il gemellaggio, che ha coinvolto anche altri comuni della Valdichiana, è stata anche l’occasione per dimostrare solidarietà alla città americana colpita dall’uragano Katrina nell’agosto del 2005. Grandi artisti della Louisiana, la ricreazione del clima del French Quarter di New Orleans con una serata dedicata ai prodotti tipici cucinati da due cuochi provenienti direttamente da New Orleans. Oltre a questa vogliamo ricordare l’affiliazione del Torrita Blues alla Blues Foundation avvenuta nel 2005 grazie alla quale siamo di diritto membri ufficiali della giuria per i Blues Music Awards, gli oscar del blues che si svolgono ogni anno a Memphis (TN) nel mese di Maggio. Nello stesso anno è stato realizzato Effetto Blues, il primo concorso per blues band italiane .  Notevole importanza sta  assumendo la presenza su internet del nostro sito www.torritablues.it che dal 1996 (anno della realizzazione) ad oggi conta più di 10 milioni di visitatori, con una media di 80.000 visite al mese con punte di 200.000 nei giorni del festival. Il sito è sempre ai primi posti sui motori di ricerca (con la parola “Blues”).

In più occasione i media sono venuti in visita, da Rai 3 con uno speciale sul festival 2005 o Radio Capital con la trasmissione “Area Protetta” di Sergio Mancinelli, a Radio 3 con la trasmissione “Aladino”. In occsasion dei 25 anni del Torrita Blues c’è stata la collaborazione con Radio Incontri all’interno di Rock Machine, dove è stato realizzato  “Torrita Blues  History”, uno speciale di 25 puntate radiofoniche dedicato alla storia del Torrita Blues.

Altre info

Molte sono le iniziative portate avanti dall’associazione in questi anni: il gemellaggio con New Orleans in occasione del Torrita Blues 2006, l’adesione alla “Blues Foundation” di Memphis (USA) della quale ne fanno parte le più importanti Associazione Blues nel mondo, Effetto Blues, rassegna dedicata alle blues band italiane. Torrita Blues partecipa aderisce inoltre all’iniziativa Playing For Change un progetto mondiale che ha come obiettivo quello di portare un messaggio di pace attraverso il linguaggio universale della musica e fornire supporto ai giovani in situazioni di disagio sociale. Non possiamo non citare il mitico viaggio del 2011 dal 28 aprile al 9 maggio di una delegazione del Torrita Blues in America in rappresentanza del blues italiano alla 32° edizione dei Blues Music Awards tenutasi a Memphis il 5 maggio alla presenza dei maggiori esponenti mondiali del blues stringendo contatti molto importanti per il futuro.

Nel 2015 è arrivato un altro importante riconoscimento per il Torrita Blues, quello di  essere entrati a far parte della  prestigiosa e leggendaria Blues Hall o Fame di Memphis con il libro sul Torrita Blues che è stato inserito nella sezione della libreria blues del museo.

L’ultimo grande riconoscimento per il Torrita Blues, sicuramente il più importante nella sua storia decennale, è quello ottenuto il 14 marzo 2015 a Bruxelles dove il board dell’European Blues Union ha assegnato a Torrita di Siena la location per ospitare la 6° edzione dell’EUROPEAN BLUES CHALLENGE 2016. 

Grazie all’appoggio e l’impegno del Comune di Torrita di Siena e la Regione Toscana, sarà infattti sarà l’Italia ad ospitare  il 7 8 e 9 aprile le finali europee del blues, una grande opportunità di visibilità non solo per il movimento blues italiano, ma anche per tutto quello che porterà al nostro territorio. 

Sharing is caring!